Notocactus leninghausii

IMG_20140714_125207
Questa succulenta dal nome impossibile me l’ha regalata mia madre, e ha fatto un lungo viaggio dalla Puglia a Pisa!
Si è ambientata molto bene ed è cresciuta velocemente in pochi mesi, l’esemplare è molto piccolo.
Di seguito alcuni consigli per le cure.

Francesco Diliddo

Cactus originario del sud America densamente coperto di spine dorate. Col passare del tempo queste spine diventano scure,
i fusti adulti ramificano ed assumono aspetto arboreo.

Da coltivare in un luogo molto luminoso, in cui riceva i raggi diretti del sole per alcune ore nella giornata.

I lunghi fiori, di forma tubolare o imbutiformi, sbocciano d’estate e presentano un delicato colore bianco o rosa pallido. Seguono, raramente in coltivazione,
i frutti di colore verde, coperti di scaglie e di peli.

Somministrare, durante la stagione di crescita, un fertilizzante liquido bilanciato, misto all’acqua irrigua.

Annaffiare sporadicamente, ogni 20-30 gg, lasciando asciugare bene il terreno prima del successivo intervento.
Interrompere le irrigazioni durante l’inverno.

Resiste a basse temperature invernali di 7 °C, purché tenuta completamente asciutta.
Utilizzare substrato apposito per Cactaceae e curare bene il drenaggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: