Euphorbia stellata willd

Appena l’ho vista mi ha conquistato e così l’ho battezzata “Africa”, qualcuno ipotizza che abbia almeno 10 anni di età ma è davvero difficle trovare informazioni in rete su questo esemplare. Ecco la sua foto e alcuni consigli tradotti da un sito estero.
Buona giornata, Francesco Diliddo

euphorbia stellataOriginaria del Sudafrica è coltivata come pianta ornamentale, è particolarmente amata dagli appassionati di piante succulente e caratterizzata da una crescita molto lenta.
Il vaso che la ospita deve avere molti fori di scarico, ha bisogno di un composto formato principalmente di materiale inerte per evitare i ristagni d’acqua. Per la concimazione utilizzare un fertilizzante specifico per cactus e succulente con alto contenuto di potassio compresi tutti i micro-nutrienti e oligoelementi.
Questa pianta ha un eccellente tolleranza al calore e se si sposta dall’ombra, prevedere una graduale esposizione ai raggi diretti, per non rischiare di bruciare le foglie. Il colore di questa pianta è molto più accentuato se coltivate in pieno sole.
Annaffiature regolari durante la stagione di crescita: l’acqua non deve mai ristagnare intorno alle radici. Mantenere quasi completamente asciutto in inverno il terriccio. Tuttavia questa euforbia tollera la siccità e può persino prosperare in terreni poveri, secchi, ma cresce meglio se coltivate in terreni ricchi di nutrienti con annaffiature regolari.
Questa euforbia ha tollerato temperature fino a -6º C, può essere coltivata all’aperto in climi miti ma al riparo dal gelo in inverno.
Il lattice è velenoso e può causare eruzioni cutanee, prurito e malessere generale, e deve essere maneggiato con cautela, in particolare durante la potatura. Può essere riprodotta da seme o per talea. Alcune piante formano una chioma perfettamente simmetrica, se riprodotte da seme, il caudex si sviluppa in maniera irregolare quando la pianta è ottenuta per talea. Se si rimuove una talea bisogna lasciarla ad asciugare per qualche giorno, infatti le talee piantate troppo presto marciscono
facilemnte prima che possano svilupparsi le radici.

Annunci

2 responses to this post.

  1. Grazie Francesco! Anche io ho 2 piante e una è molto piccola. Sono molto belle – spero che riuscirò a far crescere

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: