Echidnopsis cereiformis

Il piccolo rametto mi è stato spedito da un’amica del gruppo facebook “Scambiamo talee”, per ora non ha ancora fiorito: la foto che posto è presa dalla rete e poi qualche consiglio sulle cure di una pianta molto semplice da tenere. Buona domenica, Francesco Diliddo
echidnopsis cereiformis
Originaria del nord-est dell’Africa (Etiopia, Sudan ed Eritrea) è una pianta succulenta formata da piccoli fusti di 15-30 centimetri, spessi 1-2 centimetri, eretti o striscianti. Solchi longitudinali a formare 8-10 coste.
Fiori gialli sui solchi dell’apice con superficie verde o marrone se esposta al sole.
Esposizione al sole o mezza ombra. Annaffiare da marzo a ottobre una volta al mese e più spesso nei mesi caldi. Temperatura minima invernale di 5 gradi centigradi. Composta formata di lapillo o pozzolana, terriccio di foglie o torba e sabbia di fiume grossolana.

Annunci

3 responses to this post.

  1. Posted by lagiraffa on 19 aprile 2015 at 15:22

    L’ha ribloggato su La giraffa sul montee ha commentato:
    Io ci provo, mi impegno tanto, con tanta passione ed entusiasmo, a far crescere fiori e piante. Se fossero ancora tra noi, lo potrebbero confermare la mia piantina di lavanda, gli iris, i gigli, il basilico, il timo, la salvia (la salvia! Passata a miglior vita dopo nemmeno un mese!) il peperoncino, le pansè, il cavolo ornamentale. Sono sicura che testimonierebbero in mio favore. Però, ad un certo punto, non so per quale motivo, l’incantesimo si interrompe e iniziano a diventare cagionevoli, non so perché. Le uniche che ancora resistono, sono le piante grasse. Comunque, io non demordo, continuo, e seguo i consigli di chi il pollice verde ce l’ha veramente 😉

    Rispondi

    • Secondo me esiste il pollice verde! qualsiasi pianta mi diventa enorme, ho esemplari di ventanni!! (io ne ho 35) ho cominciato da adolescente col giardinaggio e continuo a studiare e ampliare la mia esperienza. saluti

      Rispondi

      • Posted by lagiraffa on 19 aprile 2015 at 19:41

        E infatti dalle tue foto avevo intuito avessi il pollice verde 😀 credo si tratti di una dote innata, bisogna proprio capire cosa è meglio per la pianta. Complimenti per le piantine ormai maggiorenni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: