Epiphyllum crenatum

Questa talea l’ho scambiata attraverso il gruppo di facebook “Scambiamo talee”, ho inviato a Caray un rametto di epiphyllum ackermannii in cambio di questo e. crenatum. In pochi mesi la talea è cresciuta moltissimo, è spuntato anche un bocciolo che non è riuscito a fiorire! Come di consueto la foto del mio esemplare, un’immagine dalla rete con fiore e qualche consiglio per le cure.
Buon fine settimana, Francesco Diliddo

crenatum
Epiphyllum_crenatum-fioreSi tratta di una pianta a portamento eretto e densamente ramificata che può arrivare anche ad un metro di altezza. I fusti sono a sezione cilindrica nella parte basale che diventano però piatti nella parte distale. La particolarità è che produce fiori di colore bianco-crema a forma di tromba che si aprono solo durante il giorno, molto grandi. L’ Epiphyllum è una pianta che ama il sole filtrato e l’umidità e cresce meglio, se sistemata sopra dei supporti o su un albero con fronde in modo da essere protetta dall’insolazione diretta. Se allevata in vaso occorre usare dei terreni particolarmente sciolti, ricchi di sostanza organica e materiale grossolano.
Sono piante il cui ottimale termico è tra 7°C e 21 °C. Riesce comunque a tollerare temperature molto più alte a condizione che l’umidità relativa sia molto alta, intorno al 50-80% e rigorosamente in posizione ombreggiata. Viceversa temperature al di sotto dei 7°C possono essere tollerate per un brevissimo lasso di tempo. E’ preferibile quindi, nelle zone dove l’inverno è particolarmente rigido, allevare la pianta in vaso per essere poi spostata in un luogo più caldo durante tutto il periodo invernale anche se occorre tenere presente che per la fioritura è importante, durante il periodo invernale, tenerla tra i 7-10°C e senza luce artificiale dopo il tramonto.
Sono piante che amano l’aria quindi è fondamentale assicurare una buona ventilazione facendo in ogni caso attenzione sia ai venti troppo caldi che a quelli troppo freddi.
L’ Epiphyllum contrariamente a quanto avviene con le altre Cactaceae è una pianta che ha bisogno di molta umidità. Infatti occorre fare attenzione a che il substrato non si asciughi mai completamente e va annaffiata solo quando circa 1/3 del substrato si è asciugato. Questa attenzione si deve avere soprattutto durante il periodo di crescita attiva della pianta (primavera – estate) mentre durante il periodo autunno – invernale, la frequenza andrà sicuramente ridotta. Il terreno deve garantire che l’acqua fluisca rapidamente attraverso i fori di drenaggio in modo da inumidire il substrato e non lasciarlo inzuppato. Attenzione a non lasciare ristagni idrici nel sottovaso.
La pianta si rinvasa solo quando ha sviluppato un certo numero di nuovi rami il che di norma dovrebbe avvenire ogni 2-3 anni.Il momento migliore è alla fine della fioritura.
Ogni due settimane durante tutto il periodo primaverile – estivo la pianta va concimata.
L’ Epiphyllum per poter fiorire durante il periodo invernale deve stare a temperature intorno ai 7-10°C e senza luce artificiale dopo il tramonto. Con temperature più elevate la pianta non fiorirà.Il periodo di fioritura è tra aprile e luglio a seconda della pianta.

Annunci

3 responses to this post.

  1. Ne ho uno,frutto di talea,dallo scorso anno,quest’estate ė cresciuto tantissimo,posto all’aperto e protetto da vento e pioggia. Ho dovuto intrecciare i rami per dare una forma e ho fatto una nuova talea che ha attecchito. ☺

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: