Il trasloco e lo stress per le nostre piante

A novembre scorso ho cambiato casa, (dopo 7 anni) e naturalmente la scelta è stata dettata anche dalle tantissime piante che curo con passione!
Solo dopo pochi mesi mi rendo conto come ogni balcone abbia una propria esposizione e caratteristiche uniche, e questo comporta scelte diverse nell’acquisto delle piante! Avevo un balcone a sud (completamente coperto), ottimo per le cactacee che tenevo fuori tutto l’anno; tranne le euphorbie protette  in inverno sul grande pianerottolo di casa. L’altro balcone a ovest era perfetto per tutte le altre piante!
Ora ho un balcone infinito che circonda tutta la casa, la parte principale a sud-ovest e il resto a nord ed è una galleria del vento: quando piove (ultimo piano) si allaga tutto.
In inverno ho tenuto tutte le cactacee sul grande pianerottolo con due grandi finestre, luminoso ma molto secco a causa del riscaldamento centralizzato e purtroppo ho perso una decina di esemplari. Il trasloco, si sa è critico per le piante, e in questi giorni antecedenti la primavera sto studiando ogni angolo del balcone per sistemare
al meglio le cactacce che porterò fuori i primi giorni di aprile. Ecco le foto del balcone appena arrivato a casa e presto vi mostrerò la trasformazione!
Buon fine settimana, Francesco Diliddo

balcone fiorito novembrebalcone fiorito novembre 2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: