Crassula capitella “campfire”

Ho regalato questa pianta a mia madre tre anni fa in Puglia, ed è miracolosamente sopravvissuta alle incredibili gelate dell’inverno scorso e di quello precedente. Ad aprile scorso ho deciso di portare una piccola talea a Pisa sul mio balcone, per la collezione delle crassulacee. È cresciuta velocemente ambientandosi bene, ecco la foto e alcuni consigli per le cure. Buon sabato, Francesco Diliddo

Crassula capitella campfire.jpg

Consigli per la cure della crassula capitella “campfire”

Originaria dell’Africa Meridionale, possiede foglie carnose di colore verde chiaro con tendenza al rosso luminoso. La crassula capitella va esposta in zone molto luminose (balcone o terrazzo a sud) e durante la stagione fredda va riparata. Resiste bene anche in casa dove va irrigata ogni 15 giorni durante la stagione vegetativa. Nel periodo autunno-inverno (a partire da metà novembre e fino a metà marzo) le irrigazioni vanno sospese. Dalla primavera e per tutta l’estate concimare ogni 20-25 giorni.
Il rinvaso è necessario periodicamente, in primavera, se le radici hanno occupato tutto lo spazio a loro disposizione. Prima di annaffiare attendere 5-6 giorni, per consentire alle ferite di cicatrizzarsi: utilizzare una composta specifica per succulente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: