Carpobrotus edulis

Carpobrotus edulis. Foto da https://www.faidateingiardino.com/
Carpobrotus edulis. Foto da https://www.faidateingiardino.com/

Questa pianta ci ricorda a tutti il mare, soprattutto nel mese di giugno è una bellezza assoluta la sua fioritura a pochi metri dalla riva. Penso che sia la pianta più facile in assoluto da coltivare e la tengo in una cassetta sul muretto balaustra del balcone dove prende sole, vento e pioggia ma sta benissimo.
Le colorazioni principali dei fiori sono fucsia e giallo ed è una pianta perfetta per il giardino roccioso molto assolato. La coltivo in vaso da quattro anni e ogni due anni taglio alcuni rami in quanto tende a svuotarsi alla base. Siccome il Carpobrotus edulis sporge nella parte esterna del balcone non riesco a fotografarlo e vi mostro due immagini prese dalle rete e poi vi scrivo alcuni consigli per le cure, come di consueto. Buona giornata, Francesco Diliddo

Carpobrotus edulis. Foto da http://www.csmon-life.eu/
Carpobrotus edulis. Foto da http://www.csmon-life.eu/

Curiosità e consigli per le cure del Carpobrotus edulis.

Il “fico di mare” (nome comune) è una pianta succulenta appartenente alla famiglia delle Aizoaceae ed è originaria dell’Africa meridionale ma è ormai diffusa in tutta l’area mediterranea, in Anatolia, America Meridionale e Oceania. In Italia è naturalizzato in Sicilia, Sardegna, Calabria, Campania, Toscana, Liguria, Puglia, Molise, Lazio, Marche e Abruzzo.
Vegeta sulle coste dove è presente in grandi macchie che coprono le dune e le spiagge vicino al mare, grazie alla robustezza e resistenza al salmastro.
Il Carpobrotus edulis è una pianta perenne, succulenta e strisciante, alta 15-20 centimetri che si propaga spontaneamente formando dei tappeti erbosi ed è anche conosciuto come “Unghia di strega”.
Il gambo ramificato contiene come le foglie, una linfa densa e vischiosa che costituisce riserva nei periodi di siccità.
Le foglie carnose sono a forma di artiglio a sezione triangolare. Spesso dritte di colore verde, rastremate dall’attaccatura fino all’apice. In base alla prolungata esposizione alla luce solare possono presentare una colorazione rossiccia in prossimità dei bordi. I fiori molto decorativi si aprono durante le ore più assolate della giornata e durano anche una settimana: la fioritura avviene da marzo ad ottobre in base alla latitudine.
Predilige terreni ben disciolti e con aggiunta di sabbia ed è consigliato garantire un buon drenaggio per contrastare i marciumi radicali. Il Carpobrotus predilige luoghi soleggiati e caldi, ma teme le basse temperature, per cui è bene porla al riparo nei periodi più freddi. L’unghia di strega non teme la siccità, ma è buona norma irrigare abbondantemente durante la fioritura. Evitare i ristagni idrici per scongiurare la comparsa di marciumi radicali.
Consiglio la somministrazione di un concime specifico per cactus durante la fioritura. La riproduzione è facilissima per talea.

4 Replies to “Carpobrotus edulis”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: