Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter

Nel mese di marzo scorso ho acquistato al supermercato quattro radici fittonanti di Eryngium planum che ho piantato in vasi profondi, utilizzando il terreno da prato ricco di sabbia.
Sono nate subito le piante, di cui due già in fioritura, quelle esposte maggiormente al sole sul balcone ad ovest. Quindi i primi due consigli sono: se coltivata in vaso ci vuole un contenitore profondo, richiedono un’esposizione molto assolata e sono ottime per il giardino a bassa manutenzione idrica. Il primo gambo della fioritura si è subito ricoperto con afidi, ma è bastato trattare con estratto di ortica per risolvere il problema. In generale è davvero una pianta di facile coltivazione che consiglio per i terrazzi assolati e ventosi. Di seguito condivido alcune curiosità e i consigli per avere delle lunghe fioriture: i fiori essiccati sotto ottimi per decorare la nostra casa. Buona giornata, Francesco Diliddo.

Curiosità e consigli per la coltivazione dell’Eryngium planum

L’Eryngium planum appartiene alla famiglia delle Apiaceae ed è originaria dell’area che comprende l’Europa centrale e sud-orientale e l’Asia centrale. È una specie di cardo erbaceo perenne, che cresce fino a 50 centimetri, con numerosi steli blu-argento ramificati e piccoli capolini conici azzurri circondati da brattee appuntite.
Il suo nome in italiano è Calcatreppola piana e il nome scientifico deriva dal latino “eryngium”, a sua volta dal greco “erínghion” cardo e “planum” piano per il portamento appiattito al terreno. In giardino è un’ottima pianta da bordura (ottima per il giardino roccioso) e può essere abbinato col giallo e l’arancione delle fioriture di alcune Coreopsis o dell’Echinacea.
Il terreno perfetto per le piante di Eryngium è sicuramente quello sabbioso ma può essere coltivata anche su suoli argillosi ben drenati: grazie alla radice fittonante, queste piante riescono a raggiungere strati molto profondi nel terreno, resistendo alla siccità. Quindi in piena terra necessitano di pochissime annaffiature, soltanto durante il pieno della stagione estiva quando si presentano lunghi periodi siccitosi e alte temperature. Al contrario un’eccessiva umidità del terreno potrebbe portare a problematiche fungine come il marciume radicale.
Per la coltivazione in vaso vanno annaffiati almeno una volta a settimana e due volte durante i periodi più caldi dell’estate. Per le concimazioni non richiedono fabbisogni specifici e sarà necessario concimare soltanto in presenta di terreni particolarmente poveri.
L’Eryngium planum e il suo fogliame argenteo è perfetto durante le estati più secche anche dove altre specie rustiche soffrono. Prospera, infatti, in pieno sole in terreni asciutti, sabbiosi e ben drenati. La colorazione della fioritura si intensifica con una maggiore intensità luminosa.

Eryngium planum con il secondo gambo di fiori in arrivo!
Il balcone assolato (esposizione ad ovest) fotografato a metà giugno 2023 con l’Eryngium.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue