Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter
Plectranthus neochilus.

Il plectranthus neochilus era una piccolissima talea regalata due anni fa, arrivata per posta, non le diedi molta importanza in quanto era un’extra rispetto allo scambio verde.
La piantai nel grande vaso con la bouganville, per decorare la parte inferiore, e in due anni è cresciuta moltissimo col suo profumo che allontana le zanzare e i delicati fiorellini a pannocchia. La tengo sul balcone esposta a sud e non ha sofferto il rigido inverno scorso. Queste sono le piante che danno maggiori soddisfazioni: basta una piccola talea regalata per grandi risultati. Ecco la foto scattata questa mattina e alcuni consigli sulle cure prese dalla rete.
Saluti, Francesco Diliddo

Curiosità e consigli per la cura del plectranthus neochilus.

Il genere plectranthus appartiene alla famiglia delle Lamiaceae (stessa famiglia dell’origano e della salvia) e numerose specie originarie sia annuali che perenni, dell’Africa, del Madagascar, dell’Asia, dell’Australia e delle isole del Pacifico. Si tratta di piante molto contenute come dimensioni, striscianti e cespugliose. Sono caratterizzate da fusti quadrangolari con delle piccole foglie opposte, di solito con i margini seghettati e producono dei deliziosi fiorellini raggruppati in infiorescenze. Crescono bene al caldo e con temperature intorno ai 18-21° C la pianta prospererà. Viceversa durante l’inverno le temperature non devono scendere sotto i 10° C.
Hanno bisogno di molta luce ma non il sole diretto; è una pianta che può essere allevata in panieri sospesi.
Dalla primavera e per tutta l’estate la pianta si annaffiata abbondantemente in modo che il terriccio rimanga costantemente umido (non bagnato) e senza lasciare ristagni idrici nel sottovaso. Sono piante a rapido accrescimento per cui abbiate cura a non lasciare mai asciugare il terreno durante il periodo di crescita. Durante l’inverno si annaffia il tanto da far si che il terreno non si asciughi completamente. Sono piante che amano gli ambienti umidi quindi a Pisa è perfetta.
Il plectranthus neochilus si rinvasa solo se è cresciuta tanto da non avere più spazio nel vaso.
Il rinvaso va effettuato in primavera inoltrata (aprile-maggio) usando un buon terriccio fertile e sistemando sul fondo del vaso dei pezzi di coccio che favoriranno il rapido sgrondo delle acque di irrigazione in eccesso.
Riproduzione per talea in primavera.

Plectranthus neochilus, boccioli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

0 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue