La scorsa primavera mi hanno regalato una piantina che, arrivata tramite corriere, ha sofferto il viaggio ma si è ripresa velocemente. Si tratta della pianta succulenta Kalanchoe o Calandiva “Magic Bells” che sembra davvero di facile coltivazione e non appena le temperature sono scese ho deciso di trasferirla in casa dove sembra essersi ambientata. Quest’anno non è fiorita (la pianta è ancora piccola) e condivido una foto presa dalla rete. Buona giornata, Francesco Diliddo

Curiosità e consigli per le cure della Kalanchoe “Magic Bells”.

È una pianta succulenta originaria del Madagascar, presente anche in America Meridionale, Africa meridionale, India e Cina. La coltivo sul balcone in un luogo riparato dai raggi diretti del sole e presenta foglie carnose opposte, leggermente dentellate e fiori campanulati dal colore rosso/arancio, di grande effetto.
I fiori della Kalanchoe “Magic Bells” sbocciano da febbraio a giugno e la coltivo nel composto per cactus (lapillo vulcanico e pietra pomice) con una leggera aggiunta di terriccio universale; è davvero importante garantire un ottimo drenaggio e ho scelto un vaso in terracotta. In primavera-estate va annaffiata solo quando il terriccio è completamente asciutto e in inverno ridurre drasticamente (una volta al mese) le bagnature. Resiste ad una temperatura minima di 15° C quindi l’inverno bisogna spostarla in casa in un luogo molto luminoso.
Richiede una concimazione mensile nel periodo di crescita.

Kalanchoe “Magic Bells” nel mese di dicembre 2021.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue