Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter
Calathea orbifolia, gennaio 2024.

Le sorprese verdi sono molto gradite, tornare a casa, dopo un’intensa giornata lavorativa e trovare una splendida Calathea orbifolia, è una coccola speciale.
Questa pianta non era nella mia lista dei desideri ma è talmente strepitosa che mi ha stupito per il colore verde acceso delle foglie e volevo ringraziare Gennaro per il pensiero.
Una pianta da interno famosa per essere particolarmente capricciosa e quindi la sfida di tenerla in splendida forma è ancora più ardua. La collezione delle “cugine verdi” è ora al completo: qualche anno fa ho curato la Maranta arundinacea, oggi ho in casa la facilissima Ctenanthe lubbersiana “Golden Mosaic” ed ora è arrivata la mia prima calathea. Di seguito vi mostro le immagini di questa bellezza che può raggiungere l’altezza di un metro e i miei consigli di coltivazione. Buona giornata, Francesco Diliddo.

Curiosità e consigli per le cure della Calathea orbifolia

Una pianta tropicale originaria della foresta amazzonica della Bolivia, che appartiene alla famiglia delle Marantaceae. Nel suo habitat naturale la Calathea orbifolia cresce in ambienti caldi e umidi, con una temperatura costante tutto l’anno tra i 18° e i 24° C e per questo si adatta benissimo per essere coltivata in casa anche in posizioni non particolarmente luminose e sempre lontane da correnti d‘aria. In natura, queste piante crescono all’ombra di alberi e piante più grandi ed è importante non esporla ai raggi diretti del sole che potrebbero danneggiare le foglie.
La Calathea orbifolia essendo abituata a vivere in situazioni di temperatura, luce, e umidità costanti è un po’ esigente. Bisogna fare moltissima attenzione agli eccessi idrici poiché teme i marciumi radicali e va annaffiata solo quando il substrato è asciutto.
Una caratteristica particolare della Calathea orbifolia è che chiude le foglie la sera per riaprirle il mattino seguente.
In generale preferisce un ambiente molto umido rispetto al terriccio che non deve essere mai inzuppato e per questo possiamo utilizzare un sottovaso più ampio, dove si aggiunge dell’argilla espansa per aumentare l’umidità nelle vicinanze della Calathea orbifolia.
Se le foglie si seccano ai bordi significa che l’aria è troppo secca in casa e possiamo nebulizzare acqua demineralizzata sulle foglie, una volta a settimana.
Invece se le foglie della Calathea orbifolia si accartocciano, molto probabilmente il vaso riceve una quantità di luce eccessiva e basterà spostarla in un luogo più ombroso.
Infine se le foglie cominciano a ingiallire potrebbe essere il temutissimo acaro rosso e bisogna intervenire subito con un’insetticida specifico; il ragnetto rosso prolifera solo in ambiente secco e quindi se si nebulizzano le foglie della pianta a dovere non ci dovrebbero essere problemi.

Con la mia Calathea orbifolia, appena ricevuta in dono.
Calathea orbifolia, particolare delle foglie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue