Posts Tagged ‘2017’

Visita Murabilia 2017 – Lucca

Ultimo giorno per questa grandiosa iniziativa dedicata agli amanti del giardinaggio in Toscana a Lucca dal 1° al 3 settembre 2017! Ieri ci sono stato in visita e sono rimasto davvero stupito dall’organizzazione e dalla varietà e qualità di espositori. Il solo fatto di trovare produttori specializzati di ogni genere, dalle orchidee alle carnivore, dalle euphorbie ai semi antichi, dalle aromatiche alle piante tropicali fa capire la qualità dell’evento. Vedere tutte le piante, con un cartellino che riporta il nome scentifico, è sinonimo di qualità e specializzazione. Sono stato bravissimo e ho preso solo 4 piante, ma ne avrei prese molte di più, tantissime varietà mai viste e che difficilmente si trovano in commercio.

cof
Decine di iniziative molte interessanti e per la XVII edizione Murabilia volge lo sguardo ad Oriente, in particolare alle piante dei nostri giardini che provengono dalla Cina.
Il percorso ben articolato passa anche attraverso il bellissimo orto botanico di Lucca, molto curato e nelle Serre nuove ho apprezzato la mostra “Botalia, omaggio all’arte di ritrarre le piante e i fiori” dedicata all’artista inglese Mary Ann Scott.
Sempre all’orto botanico, ho molto gradito una serie di installazioni, che hanno come protagonista il salice da intreccio, realizzate dall’artista lucchese Emy Petrini. emy petrini murabilia
Vi mostro alcune foto scattate durante la visita e nei prossimi giorni le foto e i consigli sui nuovi acquisti.
Buona domenica, Francesmurabilia2017co Diliddo

mary-ann-scott_1_orig

Annunci

Gloriosa al massimo splendore

sdr

L’esperienza nel giardinaggio è l’aspetto più importante, ogni pianta ha i suoi bisogni e solo con gli anni possiamo capire la posizione migliore, la concimazione al momento giusto, la frequenza delle annaffiature.
Coltivo i tuberi di gloriosa da 6 anni e quest’anno ho avuto eccezionali risultati: le piante sono alte 170 centimetri! Ho anche un altro vaso con le G. Lutea di colore giallo, che fioriscono più tardi, presto pubblicherò le foto.
La prima regola è un vaso grande e profondo, più spazio hanno i bulbi e maggiori saranno i tuberi per l’anno successivo.
I tuberi li pianto a fine aprile, inizi maggio (la Gloriosa è una tuberosa originaria dei paesi tropicali) a tre-quattro centimetri di profondità e, importantissimo, fornire di una fitta rete o graticcio, dove le piante si arrampicheranno da sole.
Per la composta uso due parti di terriccio preso al negozio di giardinaggio e una di terriccio di campo (la terra dei vigneti di famiglia dalla Puglia!), utilizzando argilla espansa per il drenaggio sul fondo della cassetta.
L’esposizione al sole pieno, anche ad ovest va bene, prediligento il vaso addossato a parete così le piante prendono meno vento.
Nella composta quest’anno ho aggiunto il concime organico MTF Green Flora della Bioges, che comincia a fare i suoi effetti venti giorni dopo, quindi appena le piante iniziano a germogliare hanno un importante apporto di sostanze nutritive.
I risultato sono sorprendenti e ci tenevo a condividere la mia conoscenza.
Buona domenica, Francesco Diliddo

Fiori di città, Pisa in fiore 7-8-9 aprile 2017

logo 2017

Giunta all’ottava edizione non posso perdere l’unica iniziativa annuale cittadina e spero di trovare qualcosa di particolare alla mostra mercato!
Pisa si trasforma in un giardino fiorito con la mostra mercato, laboratori, installazioni artistiche e spettacoli raccolti in sei aree tematiche: EXPO, ART, EDU, JUNIOR, PHOTO, TOUR.
Il percorso espositivo che condurrà i visitatori da Borgo Largo a Piazza Vittorio Emanuele II sarà colorato da una selezione di aziende ortoflorovivaistiche provenienti dall’intero territorio nazionale, che esporranno numerose qualità di piante fiorite, aromatiche, acquatiche, carnivore, succulente, rampicanti, da frutto, da orto, arboree, rare e insolite. 41
La sezione EXPO sarà completata da un gruppo di aziende agricole che proporranno prodotti in possesso di un valore identitario collegato al territorio toscano.
Per la sezione ART le Logge di Banchi ospiteranno la mostra di rilievo nazionale Orizzonte Bonsai con esemplari provenienti dall’Italia e dall’estero a cura del Club l’Arte del Bonsai. All’ingresso di Palazzo Blu sarà esposta l’installazione ‘Loves me loves me not’ dell’artista Rohan Kahatapitiya costituita da un cubo di tre metri contenente una margherita con petali sospesi e in movimento. La seconda installazione dell’artista realizzata in collaborazione con gli studenti del Liceo Artistico Franco Russoli sarà collocata in Largo Ciro Menotti. Corso Italia accoglierà la performance di live painting: sessanta giovani artisti dipingeranno delle grandi margherite di cartone in compagnia delle affascinanti vespe storiche esposte dal Vespa Club lungo una strada fiorita.
La sezione EDU comprende un programma di laboratori ambientali collocati lungo il percorso. 15
Nella serra collocata in Corso Italia gli studenti dell’Istituto Agrario Ermenegildo Santoni realizzeranno insieme ai visitatori miniserre di piante officinali e bombe di semi per il ripopolamento vegetale dei terreni incolti. Piazza Vittorio Emanuele II accoglierà un percorso sensoriale alla scoperta delle piante aromatiche.
La sezione JUNIOR presenta un ampio programma di attività dedicate ai visitatori più piccoli. In attesa della conclusione dei lavori di restauro, Ponte di Mezzo sarà trasformato nel Giardino dei Piccoli con la bici delle storie, le letture animate, i laboratori di riciclo creativo e l’ortoterapia.
Gli amanti della fotografia troveranno all’interno della sezione PHOTO collocata in Piazza del Carmine il set fotografico e il laboratorio di fotografia naturalistica, che fornirà preziose indicazioni sulle tecniche da utilizzare per ritrarre la natura con i diversi apparecchi fotografici, dalla reflex allo smartphone. Le attività fotografiche saranno affiancate dalla mostra degli scatti del concorso fotografico dedicato alla natura e alle attività di giardinaggio e cura del verde (la premiazione è prevista domenica 9 aprile alle h 17.30). 20
La sezione TOUR racchiude un programma di visite guidate.
Sabato 8 e domenica 9 aprile sarà possibile partecipare alle crociere in battello lungo il fiume Arno con imbarco dalla Scalo Roncioni. In occasione di Fior di Città l’Orto Botanico organizza delle visite guidate tra le bellezze naturali custodite in questo angolo magico della città di Pisa, accompagnate nella giornata di domenica dal laboratorio creativo per bambini “Orto in fiore”.
Quest’anno Fior di Città coinvolgerà Piazza della Berlina e Piazza delle Vettovaglie, dove nella giornata di sabato sarà allestito un grande prato dove consumare un pic- nic all’aperto approfittando dei gustosi cestini preparati dagli esercizi commerciali. La partecipazione alle attività in programma è gratuita ad eccezione delle crociere in battello.

Orari di apertura
Venerdì 7 aprile h 15.00 – 20.00
Sabato 8 aprile h 9.30 – 24.00
Domenica 9 aprile h 9.30 – 20.00

concorso

VerdeMura 2017, Lucca – Visita

Ieri pomeriggio ho visitato VerdeMura a Lucca e hanno spostato la location rispetto a Murabilia. Ho preso quattro piante aromatiche, utili per le spezie fresche in cucina: rosmarino, origano, menta e salvia! Scriverò gli articoli per le cure di tutte e quattro e devo trovare la sistemazione per il rosmarino. Ho trovato una splendida pianta che non avevo mai visto prima, il lotus berthelotii e subito rinvasata. Nei prossimi giorni scriverò l’articolo e nel frattempo vi mostro alcune foto scattate ieri. Prossimo appuntamento in questa città Murabilia 1 – 2 – 3 settembre 2017. Buon lunedì, Francesco Diliddo

rododendro

cactacee

cof

cof

 

 

VerdeMura, 31 marzo e 1-2 aprile – Lucca

Appuntamento assolutamente imperdibile per gli amanti del giardinaggio! Quando vado nei garden o al mercato, difficilmente trovo piante che possano interessarmi, quindi è un’occasione importante per chi cerca piante meno comuni. Dopo la visita scriverò un articolo per raccontarvi come è andata. Di seguito trovate le informazioni per i visitatori.

VerdeMura

logo verdemura lucca

VerdeMura: la mostra mercato di giardinaggio e del vivere all’aria aperta, è giunta alla sua decima edizione. Una rilassante mostra mercato con oltre 150 espositori dislocati lungo uno dei tratti più suggestivi delle mura, un invito a passeggiare a contatto con la storia e il tessuto più verde del paesaggio urbano, dalla Piattaforma San Frediano al panoramico baluardo San Martino, passando sotto il castello di Porta Santa Maria che ospita mostre e conversazioni.
Anche quest’anno VerdeMura allestirà la mostra delle camelie della Lucchesia e terrà a battesimo tre nuove camelie create dal vivaio Rhododendron di Andrea Antongiovanni, mentre la camelia ‘Pia Pera’, presentata nel 2016 e dedicata alla scrittrice lucchese venuta a mancare lo scorso luglio, sarà piantata all’orto botanico di Lucca con una cerimonia ufficiale. Si vedranno a VerdeMura tanti salici e si parlerà di loro come tema botanico portante di questa edizione. Nel momento in cui l’attenzione si sposta dalle cortecce lucenti, gialle, arancioni, viola, verde brillante ai “fiori” argentei e alle prime foglioline, i salici rappresentano bene l’ansia di primavera, la resurrezione della natura. Parlare di salici darà modo anche di considerare l’incredibile numero di modi in cui corteccia, foglie, legno, i lunghi rami flessibili si mettono a disposizione dell’uomo, della sua salute, dell’artigianato, dell’alimentazione animale. Salix alba e S. vitellina Pendula
Nuova anche l’attenzione che verrà riservata ai fiori recisi.
Verrà presentata la monografia “Conoscere e coltivare i bucaneve”, che il massimo esperto di questa piccola bulbosa tardo invernale, l’inglese Michael Dale Myers, ha scritto e illustrato.
“Fiori dal terremoto”: ospite d’onore di questa edizione il Parco Nazionale della Majella che presenta la documentazione di quanto si sta svolgendo per la conservazione botanica e la moltiplicazione delle piante autoctone e endemiche del Parco e per la promozione del paesaggio dell’Appennino Centrale così duramente colpito dal terremoto, in unione con gli altri parchi del territorio (Parco Nazionale del Gran Sasso, Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e Parco Regionale Sirente Velino). Nel vivaio del parco vengono riprodotte le piante più rare e minacciate che servono per il ripristino degli ecosistemi. Il personale deve badare a tutto: raccogliere i semi in quota, mettere a punto protocolli di coltivazione che non esistono, porre a dimora in natura le nuove piantine, destinare quando possibile le piante eccedenti alla vendita al pubblico perché anche i giardini privati collaborino a conservare un patrimonio di eccezionale importanza. Sulla Majella infatti crescono oltre 2150 tra specie e sottospecie vegetali, ovvero un terzo di tutto il patrimonio floristico italiano.

Lophocereus schottii crestato, rinvaso

Dopo due anni è arrivato il momento del rinvaso e con lui inauguro i rinvasi del 2017! Come si vede dalla foto del 2015 è cresciuto un pochino e necessitava del cambio terriccio. lophocereus-schottii-crestato-2015Ho fatto il rinvaso drastico da cactofilo che consiste nel liberare con cura tutte le radici dal terriccio, lavandole sotto acqua tiepida corrente e facendo poi asciugare la pianta, per tre giorni, in casa in un luogo ombreggiato. Questa operazione mi ha permeso di scoprire che trattasi di talea e non di esemplare da seme. La pianta è nel completo riposo vegetativo invernale quindi non ha minimamente risentito dell’operazione. Tra due settimane le darò pochissima acqua per cominciare una lentissima idratazione e sottolineo che in inverno la tengo nel luminosissimo pianerottolo di casa, senza fonti di calore. Vi mostro le foto e buona giornata, Francesco Diliddo

cofcof

I Bulbi di Evelina 7 novembre, Vescovana Padova

giardinity_logo

Lunedì 7 novembre 2016, alle 11.00, la paesaggista olandese Jacqueline van der Kloet, con il suo team, pianterà 60mila bulbi tulipano nel parco informale di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin in Via Roma, 19 Vescovana Padova.
Dopo in successo di Giardinity – autunno, iniziano i preparativi per la versione primaverile di Giardinity: tra marzo e aprile 2017 fioriranno 60mila tulipani olandesi e s’inaugura la nuova installazione “I Bulbi di Evelina van Millingen Pisani – Il nuovo impressionismo olandese”.
Mariella Bolognesi Scalabrin, proprietaria di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin e ideatrice di Giardinity il Garden show che si è concluso a Vescovana con successo nelle due giornate del 22 e 23 ottobre. Soddisfatta anche la direttrice artistica, la giornalista Mimma Pallavicini per la quale sarà riconfermato l’incarico per la prossima edizione.
Nel grande prato fioriranno 60.000 tulipani olandesi in macchie di colori solo apparentemente casuali, mescolandosi tra le erbe e i fiori del prato spontaneo. I visitatori potranno immergersi in mezzo ai tulipani camminando lungo i sentieri rasati. Natura e cultura s’incontrano nel disegno della famosa paesaggista Jacqueline van der Kloet, nel ricordo di Evelina van Millingen Pisani, nell’esaltazione dell’arte olandese di produrre nuove varietà di tulipani, nella gioia di ritrovare la primavera e i suoi colori. L’evento sarà organizzato con il Patrocinio dell’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi.
Il progetto è reso possibile grazie a MIRacoli, agenzia Olandese che da 15 anni si occupa di progetti culturali tra l’Olanda e l’Italia con una sedi a Firenze e Amsterdam, e con il contributo di iBulb, organizzazione impegnata per la promozione e il finanziamento di progetti che hanno come obiettivo lo studio e la commercializzazione dei bulbi.
Villa Pisani Bolognesi Scalabrin partecipa al network di Grandi Giardini Italiani.

tulipani