Posts Tagged ‘cactus’

Hildewintera aureispina 2017

In due anni è crescita tantissimo! La tengo tutto l’anno in esterno e prende tantissimo sole… vi mostro le foto della trasformazione con nuovi rami e per i consigli rimando all’articolo precedente. Buona giornata, Francesco Diliddo

hildewintera-aureispinahildewintera-aureispina2017

Il giardino pugliese

Sin da adolescente ho avuto la passione per il giardinaggio. Avevo 15 anni quando cominciai a creare aiuole nel giardino della nostra casa in campagna, in Contrada Marrella, vicino Borgo Tressanti nell’agro di Cerignola (il terzo in Italia per estensione). Nella casa, costruita negli anni ’50, ha vissuto la famiglia di mio padre per circa vent’anni. Siamo tutti molto legati a quest’abitazione, la chiamiamo con affetto la “casetta”, ma in realtà è molto grande in quanto ci abitavano nove persone. Durante la mia infanzia, nei mesi estivi ci trasferivamo lì a vivere ed ho moltissimi ricordi indimenticabili!
Ritornando ad oggi, quando si avvicinano le vacanze pasquali, per me è l’occasione perfetta per tornare in Puglia e sistemare “la casetta”, dopo l’inverno, per il grande pranzo di famiglia di Pasquetta ed io mi occupo principalmente di ripulire la aiuole. Ci sono piante che hanno oltre vent’anni: le ho piantate durante la mia adolescenza… Tra le tante c’è la yucca gigante e le aiuole con le cactacee che sono sopravvisute a 30 cm di neve (lo scorso rigido inverno) e sono piantate in piena terra. Ci sono i mandorli piantati da mio nonno Francesco oltre 60 anni fa e l’antico pozzo, che forniva l’acqua all’abitazione con moltissimi cactus in vaso.
Vi mostro alcune fotografie, anche col confronto prima e dopo. Saluti dalla Puglia, Francesco Diliddo

hdr

hdr

hdr

PicsArt_04-15-05.28.15PicsArt_04-15-05.24.18

Primavera in giardino, 11-12 marzo 2017 Milis (OR)

Con l’avvicinarsi dell’agognata primavera cominciano gli eventi, in giro per l’Italia, legati al giardinaggio dove è possibile trovare piante rare, e non solo, per i collezionisti. Il primo evento che ho trovato in programma si svolgerà in Sardegna, presso Villa Pernis, a Milis in provincia di Oristano. Di seguito alcune informazioni e buon fine settimana, Francesco Diliddo

logo-primavera-in-giardino

Ritorna “Primavera in Giardino”, l’attesissima manifestazione per la cultura del verde e del paesaggio in Sardegna, promossa dall’associazione culturale Landplants Sardinia con la collaborazione del Comune di Milis. La manifestazione raduna in due giorni tutto il fervore del mondo delle piante, del giardino, dell’orto e del frutteto contro la banalizzazione del giardino e con l’idea di esplorare il ricchissimo mondo delle piante e delle tecniche di giardinaggio più adatte al territorio sardo e alle sue specificità climatiche e paesaggistiche.
Cuore della manifestazione è la mostra-mercato di piante insolite con oltre 60 espositori che rappresentano il vivaismo specializzato italiano e non solo. In mostra si vedranno bulbi da fiore, rose antiche e moderne, piante aromatiche e medicinali, salvie ornamentali, arbusti insoliti, lavande, orchidee, hemerocallis, erbacee perenni, piante mediterranee rare, piante per giardini aridi, agrumi, pelargoni, piccoli frutti, tillandsie, fiori dei giardini del passato, ellebori, peonie, glicini e molto di più…
Per gli amanti e gli appassionati di cactacee e succulente, la sedicesima edizione di Primavera in giardino ospiterà per la prima volta KAKTOS, versione primaverile della famosa Festa del Cactus che si svolge a Bologna ogni settembre. Sarà dunque una mostra nella mostra per onorare il tema speciale dell’anno “L’incredibile mondo delle piante grasse. Impariamo ad usarle nel giardino sardo”.

Per ulteriori dettagli sugli espositori, orari, programmi e conferenze:
http://www.primaveraingiardino.it

primavera-in-giardino_milis

Lophocereus schottii crestato, rinvaso

Dopo due anni è arrivato il momento del rinvaso e con lui inauguro i rinvasi del 2017! Come si vede dalla foto del 2015 è cresciuto un pochino e necessitava del cambio terriccio. lophocereus-schottii-crestato-2015Ho fatto il rinvaso drastico da cactofilo che consiste nel liberare con cura tutte le radici dal terriccio, lavandole sotto acqua tiepida corrente e facendo poi asciugare la pianta, per tre giorni, in casa in un luogo ombreggiato. Questa operazione mi ha permeso di scoprire che trattasi di talea e non di esemplare da seme. La pianta è nel completo riposo vegetativo invernale quindi non ha minimamente risentito dell’operazione. Tra due settimane le darò pochissima acqua per cominciare una lentissima idratazione e sottolineo che in inverno la tengo nel luminosissimo pianerottolo di casa, senza fonti di calore. Vi mostro le foto e buona giornata, Francesco Diliddo

cofcof

Aruba gennaio 2017

Una vacanza indimenticabile ad Aruba (isola al nord del Venezuela nel mar dei Caraibi) dal 28 dicembre 2016 al 4 gennaio 2017!
Il clima ha una media annua di 25/26 gradi e ci crescono benissimo le mie piante preferite, le succulente, le cactacee, adenium, plumeria, ibiscus, e moltissime altre. L’albero tipico dell’isola è il divi divi che adegua la sua chioma al vento e cresce anche in riva al mare: i venti alisei rinfrescano il caldissimo sole caraibico. Ho fotografato tantissimi cactus in habitat, melocactus ovunque e sull’isola si coltiva l’aloe. Nella bellissima spiaggia di Savaneta ho potuto fotografare le mangrovie e un fiore tipico in tutti i giardini dell’isola e la plumeria pudica dal fiore bianco (di cui ho portato una talea: incrociamo le dita!). Ho trovato anche una varietà antica di ibiscus molto resistente alle malattie rispetto ai nuovi ibribi poco resistenti.
Eccovi le foto e Buon anno 2017. Francesco Diliddo

dav

sdr

cof

edf

dav

hdr

IMG_20161230_134323.jpg

dav

 

Fioriture settembre 2016

Settembre è un mese particolare per le nostre piante, il caldo non è più intenso, le giornate si accorciano e le temperature notturne sono più basse. Una piccola primavera dopo il caldo estivo e molte piante riprendono a fiorire! Ecco le foto scattate in questi giorni… Saluti, Francesco Diliddo

cofdav

 

cof

Murabilia, 2-3-4 settembre 2016 Lucca

Mostra mercato del giardinaggio di qualità – Sedicesima edizione, mura urbane di Lucca

murabilia2016

L’evento più importante della regione Toscana per il giardinaggio di qualità: è il paradiso dei collezionisti di piante rare, solo qui riesco a trovare le piante che preferisco! Procede l’organizzazione di Murabilia, quest’anno con la grande voglia di esplorare il mondo delle piante ornamentali, dei legumi e dei semi, eletti a tema di questa sedicesima edizione. E proprio in omaggio ai semi, alla conservazione della biodiversità e all’ambiente internazionale della manifestazione, sono in programma eventi e incontri imperdibili.
Una mostra di rarissime cactacee e succulente celebrerà a Murabilia la ormai quarantennale passione collezionistica di un naturalista bolognese, Andrea Cattabriga.Andrea Cattabriga
Preciso nel catalogare le proprie semine e l’origine dei semi sin da quando era un ragazzino, si ritrova oggi, appena cinquantenne e a capo di una associazione per la conservazione della biodiversità, a gestire un immenso patrimonio di piante speciali, alcune delle quali nel frattempo scomparse in natura.
Tutto certificato e seguito dal CITES (Convention on International Trade of Endangered Species, la convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione) di cui Cattabriga, proprio per l’esperienza maturata, è addirittura diventato consulente per l’ambito di propria competenza.
A Murabilia saranno 30 le sue piante in mostra, ognuna con la documentazione dettagliata a raccontare quanto un piccolo seme, procurato nell’altra parte del mondo, con le cure di anni e decenni diventa una pianta in grado di produrre a sua volta semi, e questi impediscono che si ripetano i saccheggi nell’ambiente naturale come è avvenuto in passato e, anzi, talvolta diventano materiale di partenza per scongiurare l’estinzione di specie a rischio. La mostra sarà una sorta di inno al collezionismo vegetale culturalmente evoluto e perseguito con lucidità e nel rispetto della natura.

Arriverà a Murabilia, con un entusiasmo contagioso, il biologo americano Joseph Simcox:Joseph Simcox.jpg lo scopo che lo ha fatto viaggiare in oltre 100 paesi del nostro pianeta è scoprire o valorizzare piante selvatiche d’uso alimentare che possano assicurare cibo sufficiente all’umanità intera. Il focus su Cattabriga e Simcox si colloca in un nuovo progetto di Murabilia relativo ai cacciatori di piante. Una prima mostra sull’argomento sarà allestita per questa sedicesima edizione, e sarà incrementata i prossimi anni.
In quanto ai semi, in programma una mostra sulle varietà di riso coltivate in Italia e altrove; “Antichi frumenti”, un’esposizione delle varietà meno comuni di questo cereale; una mostra didattica su “Selezione, autoproduzione e conservazione delle vecchie varietà di sementi” e, ancora, “La bellezza dei semi”, esposizione della collezione di semi dell’Associazione per la diffisione delle piante tra amatori.
Murabilia – Mura in fiore 2016 – 2, 3 e 4 settembre 2016
Castello Porta San Donato Nuova – 55100 Lucca
Tel. 366 1210955 (dal lunedì al venerdì ore 9.30-12.30)
Tel. 0583 583086
http://www.murabilia.com
murabilia@murabilia.com

murabilia2