Posts Tagged ‘giardino’

Hoya dennisii

Hoya da collezione, originaria dalle Isole Salomone (Stato dell’Oceania, nella Melanesia), scoperta nel 1993.
Il suo paese di origine mi fa già sognare un viaggio e non poteva mancare tra le mie piante! L’ho presa a Lucca a Murabilia ed è cresciuta tanto in un mese e mezzo. Vi mostro la mia foto della pianta, mentre l’immagine della fioritura l’ho presa dalla rete. Buon pomeriggio, Francesco Diliddo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

IMG_20171009_162430.jpg

La pianta presenta foglie piuttosto sottili e delicate, ed è consigliabile farla crescere su un supporto. Le foglie sono di colore verde scuro, appuntite con una bella venatura. I fiori (durano fino ad una settimana) sono rosa con la corona più scura: ogni fiore quasi piatto è di circa 2 cm e ogni mazzetto può avere 5-15 fiori. Esistono centinaia di specie di hoya con fiori diversi, da quelli minuscoli fino a quelli che hanno qualche cm di diametro; alcune infiorescenze sono completamente sferiche, alcune speci producono fiori singoli. Ciò che accomuna tutti i fiori delle hoya è l’intenso profumo che emanano.
Le infiorescenze vengono prodotte su piccoli peduncoli, che si sviluppano all’ascella fogliare; il peduncolo, una volta appassita la prima infiorescenza, si sviluppa ulteriormente per produrre una nuova infiorescenza, come avviene ad esempio per le phalaenopsis; per questo motivo è importante evitare di asportare i peduncoli quando si rimuovono i fiori appassiti.
Il rinvaso è consigliato ogni 2-3 anni, ma evitando di sostituire il contenitore con uno eccessivamente grande. E’ possibile coltivarla in giardino, ma solo in zone con inverni particolarmente miti, e comunque in luogo riparato, poichè temperature inferiori agli 8-10° C possono danneggiare la pianta.
Il terriccio deve essere ricco e sciolto, mescolato a poca pietra pomice per migliorare il drenaggio. Richiede un luogo molto ben luminoso, lontano dai raggi solari diretti, ma dove la pianta possa godere di una buona quantità di luce solare filtrata, per almeno alcune ore ogni giorno. In casa è bene porle nei pressi di una finestra a Sud o Ovest. All’aperto gradiranno, specie nelle ore centrali della giornata, un’ombra leggera creata da alberi
a foglia caduca o pergolati. Da marzo a settembre annaffiamo con regolarità, controllando con le dita che il terreno si sia asciugato prima di annaffiare ulteriormente; concimare ogni 12-15 giorni. Nei mesi freddi diradiamo le annaffiature, visto che la pianta, in riposo vegetativo, sopporta senza problemi la siccità.

Annunci

Cactacee in fiore

Gli echinopsis danno grandi soddisfazioni e fortunatamente ho ancora molti boccioli con due esemplari in fioritura per la prima volta dopo anni! Incrociamo le dita e intanto vi mostro le prime fioriture. Saluti da Pisa, Francesco Diliddo

cofcofcof

cof

Il giardino pugliese

Sin da adolescente ho avuto la passione per il giardinaggio. Avevo 15 anni quando cominciai a creare aiuole nel giardino della nostra casa in campagna, in Contrada Marrella, vicino Borgo Tressanti nell’agro di Cerignola (il terzo in Italia per estensione). Nella casa, costruita negli anni ’50, ha vissuto la famiglia di mio padre per circa vent’anni. Siamo tutti molto legati a quest’abitazione, la chiamiamo con affetto la “casetta”, ma in realtà è molto grande in quanto ci abitavano nove persone. Durante la mia infanzia, nei mesi estivi ci trasferivamo lì a vivere ed ho moltissimi ricordi indimenticabili!
Ritornando ad oggi, quando si avvicinano le vacanze pasquali, per me è l’occasione perfetta per tornare in Puglia e sistemare “la casetta”, dopo l’inverno, per il grande pranzo di famiglia di Pasquetta ed io mi occupo principalmente di ripulire la aiuole. Ci sono piante che hanno oltre vent’anni: le ho piantate durante la mia adolescenza… Tra le tante c’è la yucca gigante e le aiuole con le cactacee che sono sopravvisute a 30 cm di neve (lo scorso rigido inverno) e sono piantate in piena terra. Ci sono i mandorli piantati da mio nonno Francesco oltre 60 anni fa e l’antico pozzo, che forniva l’acqua all’abitazione con moltissimi cactus in vaso.
Vi mostro alcune fotografie, anche col confronto prima e dopo. Saluti dalla Puglia, Francesco Diliddo

hdr

hdr

hdr

PicsArt_04-15-05.28.15PicsArt_04-15-05.24.18

Primavera in giardino, 11-12 marzo 2017 Milis (OR)

Con l’avvicinarsi dell’agognata primavera cominciano gli eventi, in giro per l’Italia, legati al giardinaggio dove è possibile trovare piante rare, e non solo, per i collezionisti. Il primo evento che ho trovato in programma si svolgerà in Sardegna, presso Villa Pernis, a Milis in provincia di Oristano. Di seguito alcune informazioni e buon fine settimana, Francesco Diliddo

logo-primavera-in-giardino

Ritorna “Primavera in Giardino”, l’attesissima manifestazione per la cultura del verde e del paesaggio in Sardegna, promossa dall’associazione culturale Landplants Sardinia con la collaborazione del Comune di Milis. La manifestazione raduna in due giorni tutto il fervore del mondo delle piante, del giardino, dell’orto e del frutteto contro la banalizzazione del giardino e con l’idea di esplorare il ricchissimo mondo delle piante e delle tecniche di giardinaggio più adatte al territorio sardo e alle sue specificità climatiche e paesaggistiche.
Cuore della manifestazione è la mostra-mercato di piante insolite con oltre 60 espositori che rappresentano il vivaismo specializzato italiano e non solo. In mostra si vedranno bulbi da fiore, rose antiche e moderne, piante aromatiche e medicinali, salvie ornamentali, arbusti insoliti, lavande, orchidee, hemerocallis, erbacee perenni, piante mediterranee rare, piante per giardini aridi, agrumi, pelargoni, piccoli frutti, tillandsie, fiori dei giardini del passato, ellebori, peonie, glicini e molto di più…
Per gli amanti e gli appassionati di cactacee e succulente, la sedicesima edizione di Primavera in giardino ospiterà per la prima volta KAKTOS, versione primaverile della famosa Festa del Cactus che si svolge a Bologna ogni settembre. Sarà dunque una mostra nella mostra per onorare il tema speciale dell’anno “L’incredibile mondo delle piante grasse. Impariamo ad usarle nel giardino sardo”.

Per ulteriori dettagli sugli espositori, orari, programmi e conferenze:
http://www.primaveraingiardino.it

primavera-in-giardino_milis

Fioriture settembre 2016

Settembre è un mese particolare per le nostre piante, il caldo non è più intenso, le giornate si accorciano e le temperature notturne sono più basse. Una piccola primavera dopo il caldo estivo e molte piante riprendono a fiorire! Ecco le foto scattate in questi giorni… Saluti, Francesco Diliddo

cofdav

 

cof

Rose, fiori per occasioni speciali

img_9395
img_9403Sin dalla mia infanzia la casa di campagna pugliese era piena di piante di rose, di colori diversi, infatti mio padre scambiava le talee con i suoi amici. Tantissime rose decoravano la nostra casa a maggio nonostante le drastiche potature invernali! Dalle rose gialle a quelle vellutate profumatissime fino alle rose doppie dai colori caldi.La rosa è il fiore da donare per eccellenza e ogni varietà porta con sè un messaggio diverso. Da secoli è il simbolo di amore, devozione, ammirazione, bellezza e perfezione. La rosa simboleggia anche il segreto da svelare con delicatezza. Il bocciolo ben chiuso della rosa incarna anche la castità femminile mentre la rosa sbocciata rappresenta bellezza giovanile. Nella mitologia romana la rosa degli amanti era il fiore sacro a Venere e da allora è rimasta fino ai giorni nostri come espressione di amore profondo.
Le rose rosse vengono sovente usate come decorazione nelle feste nuziali ma anche per la ricorrenza della Festa della mamma. Inoltre, a seconda della sfumatura del rosso dei petali, la rosa viene usata per esprimere diverse emozioni: di color porpora, ad esempio, è una promessa di amore eterno e solenne, quella rosso fuoco vuol significare passione. Il significato delle rose varia anche a seconda del numero che se ne regala dell’accopiamento di colori. Due rose insieme, indipendentemente dal loro colore, hanno il significato di congiungimento o di condivisione, ma di solito si regala un numero pari di rose ovvero le classiche dozzine, ad esempio 12, 18, 24, e così via. In generale tutti i tipi di rosa simboleggiano l’amore, ma la combinazione di diversi colori esprimono diversi significati.
Rose rosse e bianche insieme significano unità; rose rosse e gialle insieme significano solidarietà.
Per il compleanno di mia madre in Puglia ho pensato di mandare un bel mazzo di fiori e cercando in rete ho trovato questo sito: http://www.floraqueen.it
Ho scelto un mazzo di rose rosse e sono arrivate puntualissime e fresche! Hanno un sistema incredibile per garantire l’acqua ai fiori durante il trasporto e sono arrivati perfetti. Ecco le foto, buona giornata Francesco Diliddo

img_9399

https://www.facebook.com/balconefiorito/

 

Gloriosa forzatura bulbi

Questo inverno ho provato a “forzare” i tuberi di gloriosa piantandoli in casa a febbraio (di solito pianto i bulbi sul balcone a fine aprile) e sono subito nati crescendo moltissimo! Il primo fiore ad aprile ma poi, trasferita la pianta in esterno, ha sofferto molto con pochi fiori. Con grande sorpresa i tuberi hanno germogliato (secondo me anticipando di un anno) ed ecco la foto e chissà se vedremo i fiori prima dell’autunno. Saluti,

Francesco Diliddo

gloriosa forzata