I materiali utilizzati per la ghirlanda natalizia.

Finalmente è arrivato il momento di dedicarsi alle decorazioni legate alle festività natalizie e come ogni anno realizzerò la mia ghirlanda tutta naturale. Nel mese di ottobre mi sono recato in Puglia, nei vigneti di mio padre, e ho raccolto dei tralci di vite che poi ho intrecciato (consiglio di farlo quando sono ancora verdi e più flessibili) e legato insieme con del fil di ferro molto sottile. Poi sabato scorso sono stato all’agrigarden Il Pruno, dove l’espertissima Ombretta mi ha consigliato degli elementi naturali meravigliosi e ha realizzato la decorazione finale. Una collaborazione anche di intenti, in quanto ci piacciono molto le decorazioni rigorosamente donate dalla natura, dove io ho intrecciato la base e Ombretta con la sua maestria ha creato una ghirlanda spettacolare e spero piaccia anche a voi. Per la base oltre ai tralci di un vigneto, si possono usare i rami della vite americana, della clematis o anche dell’edera. Gli elementi naturali scelti sono stati: rametti di abete bianco, thuja, bacche di cipresso, spighe di graminacee, amaranthus, buccia di arancia essiccata, asparagina, calocephalus (dal colore argenteo naturale), frutti di alkekengi e infine il tocco esotico del pepe rosa. Ed ora è arrivato il momento di mostravi il video tutorial e vi auguro buona giornta, Francesco Diliddo.

Dall’alto l’abete bianco, la thuja, il pepe rosa, le bacche di cipresso e l’asparagina.
L’amaranthus, le bacche di alkekengi e l’asparagina.
Il risultato finale e buone feste!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue