Avevo solo 12 anni, nel 1992, quando un’amica di famiglia regalò a mia madre una gigantesca Dracaena fragrans. Ero contentissimo di curarla in quanto mamma mi lasciava annaffiarle quando non aveva tempo, la spolveravo e credo che abbia vissuto almeno dieci anni. A Pisa non l’ho mai avuta per mancanza di spazio in casa, ma avevo una bella pianta al lavoro (qualche anno fa), che un giorno ci ha incantati con la sua fioritura! Di seguito viscrivo alcuni consigli per le cure e buona giornata, Francesco Diliddo.

Curiosità e consigli per le cure della Dracaena fragrans.

Questa specie è di origine della Nigeria e della Guinea, una pianta tropicale che secondo le descrizioni fiorisce solo nei paesi dove cresce spontanea invece dopo molti anni può fiorire anche in casa alle nostre latitudini. Deve essere esposta in spazi molto luminosi ma evitando il sole diretto. Nelle zone a clima mite può vivere bene anche all’aperto. La temperatura ideale per la coltivazione della Dracaena fragrans va dai 10° C ai 21° C. Va bene un terriccio di qualità standard con aggiunta di torba, sempre garantendo un buon drenaggio; le annaffiature devono essere abbondanti soprattutto nel periodo vegetativo. Concimare una volta al mese in primavera ed estate con un concime specifico per piante verdi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue