Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter
La neve sui ciclamini.

 

Evento rarissimo per questa città dal clima molto mite. L’ondata di gelo Burian ha portato ad una forte diminuzione delle temperature, infatti sabato scorso ho messo tutte le crassulacee in casa (ho la sala da pranzo invasa) e sul pianerottolo.
Poi tra stanotte e questa mattina una bella nevicata, mai vista tanta neve da quando vivo a Pisa (sono 20 anni!) ed ora sta piovendo e lo farà per diversi giorni. Le clematidi sembrano non soffrire il freddo, come potete vedere dalla foto.
Le cactacee dei paesi caldi sono tutte sul pianerottolo di casa, mentre ho lasciato in serra fredda (sul balcone) gli echinopsis, l’echinocereus, le sulcorebutia, le mammillaria che sono resistenti alle basse temperature e che non annaffio da ottobre (incrocio le dita). Ieri sono uscito sul balcone a controllare e qualche prevedibile danno ci è stato: alcuni gerani un pò rovinati, le begonie praticamente bruciate dal gelo, i gambi dei giacinti hanno perso di consistenza. Le mie piante più rare e preziose sono al sicuro ed è questo che conta!
Vi mostro alcune fotografie scattate questa mattina, saluti Francesco Diliddo

 

 

La neve sulle gazanie.
La vista dal balcone con il Lungarno innevato.
Le clematis non soffrono per niente il freddo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

0 risposte

  1. Ciao! Io normalmente i cactus anche col freddo li lascio fuori ma riparati, li avvicino alla finestra o ad un muro e cosi con tutte le piante estive non li copro mai con niente, taglio tutto a zero (tranne i cactus) e li lascio li fino a primavera, quest’anno un pò di più mi sa….. Le begonie hanno bisogno di un clima più mite…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue