Questo esemplare di Adromischus cristatus lo avevo preso ad un mercatino qui a Pisa un paio di anni fa e quando mia madre è venuta a trovarmi, glielo regalato ed ora cresce rigoglioso in Puglia. Una pianta molto semplice da curare e di seguito vi scrivo i miei consigli per le cure. Buona giornata, Diliddo Francesco.

Curiosità e consigli per le cure dell’Adromischus cristatus.

Originaria del Sudafrica ed appartenente alla famiglia delle crassulacee, l’Adromischus cristatus è una succulenta nana che presenta foglie carnose con le punte squadrate e dai margini ondulati. Le fioriture primaverili non sono molto appariscenti e presentano fiori rosso-biancastri. Sono amanti del pieno sole e vanno ricoverate in un ambiente riparato quando la temperatura scende al di sotto dei 10° C; durante la stagione fredda la sua giusta collocazione, se ricoverata in casa, sarà dietro ad una finestra che gode di un ottima illuminazione. Per quel che riguarda il terreno, dovrà essere ben drenato, visto che le Adromischus cristatus soffrono i ristagni d´acqua; un terreno composto da 2 parti di buon terriccio mescolato a una parte di sabbia con l’aggiunta di un pò di ghiaia, sarà il giusto mix. Per quanto riguarda l’irrigazione, come per la maggior parte delle piante grasse, durante la stagione fredda, non necessita di essere bagnata se non sporadicamente; viceversa da maggio ad ottobre andrà bagnata con regolarità ogni 2-3 settimane quando il terreno sarà completamente asciutto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue