Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter
Camelia japonica “Pia Pera”.

 

Mi è stata regalata (il primo esemplare) un anno fa, dai miei carissimi amici di infanzia Gennaro e Nicoletta. Conoscevo poco questo tipo di piante acidofile, molto diffuse nei giardini tra Pisa e Lucca ed ero convinto che non fosse adatta come pianta da vaso. L’ho sistemata nell’angolo in ombra di un grande vaso sul balcone, si è ambientata benissimo e finalmente dopo un anno è crescita molto ed ora i boccioli si stanno aprendo! Non sapevo di che colore fossero ed è stata una sorpresa incredibile. Vi mostro le fotografie scattate poco fa e di seguito alcuni consigli per le cure. Buon inizio settimana, Francesco Diliddo

 

Consigli per la cura della camelia japonica

È un genere di piante della famiglia delle “theaceae” e la specie più coltivata come pianta ornamentale nei giardini, parchi e viali, è la Camelia japonica, originaria della Corea e del Giappone, arbusto che raggiunge alcuni metri di altezza, foglie persistenti, ovali di colore verde cupo lucente, fioritura primaverile con fiori dai colori nelle varie sfumature dal bianco al rosso cupo, corolle a forma di rosa aperta.
Per ottenere un arbusto rigoglioso e sano è necessario coltivare la camelia in giardino, in piena terra o in vaso, utilizzando un terriccio specifico per piante acidofile, poiché hanno difficoltà ad utilizzare il ferro presente nel terreno, soprattutto se la presenza di calcio è alta, o se l’acqua fornita è molto calcarea.
Siccome l’acqua di Pisa è molto dura aggiungo in 1 litro di acqua, circa un cucchiaio di aceto ogni tanto, oppure il succo di mezzo limone. Esposizione in luogo semi ombreggiato, perché i raggi diretti del sole bruciano le foglie. Le annaffiature saranno molto regolari, da marzo a ottobre, mantenendo il terreno sempre abbastanza umido, ma non inzuppato d’acqua; durante i mesi freddi le annaffiature saranno sporadiche: solo in caso di siccità molto prolungata. Richiede un terreno acido e non ricco di sostanza organica; in vaso si utilizza della torba, terra di bosco e foglie di castagno.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

0 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue