Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter
Begonia tuberosa dal fiore color pesca.

La mia prima esperienza con la Begonia tuberosa è stata diversi anni fa (nel 2012) quando acquistati direttamente i tuberi e una volta piantati in primavera marcirono. Effettivamente richiedono tanta umidità e il terriccio non deve mai essere inzuppato e in generale una volta che hanno germogliato i tuberi sono piantati in torba leggera che garantisce umidità senza eccessi idrici. Quest’anno sono andato in un rivenditore dove ho trovato dei colori incredibili e ho preso le piante già sviluppate e fiorite. Purtroppo la settimana scorsa durante la mia assenza per le vacanze estive l’esemplare dai fiori gialli è marcito: insomma si è capito che dalle annaffiature dipende il successo della coltivazione di queste tuberose. Di seguito vi scrivo alcuni consigli per le cure e buona giornata, Francesco Diliddo.

Curiosità e consigli per le cure della Begonia tuberosa.

La Begonia tuberosa ama le posizioni luminose, ma non la luce solare diretta: la sua temperatura ideale si aggira intorno ai 15-20° C e quando la temperatura supera questa soglia in estate consiglio di posizionare sotto al vaso uno strato di ghiaia con un filo d’acqua.
Con l’arrivo dei primi freddi, le foglie della begonia inizieranno a cadere e a quel punto, il tubero potrà essere lasciato nel vaso in riposo, all’asciutto, ad una temperatura intorno ai 7-10° C.
In primavera si pianterà il tubero, con la parte concava verso l’alto, in un composto di torba e terriccio leggermente acido, a una profondità minima di 3 centimetri. Alla nascita dei primi germogli, le piantine andranno trasferite in un terreno torboso. Desidera una luminosità intensa ma non diretta, i raggi diretti del sole bruciano le foglie e le mie piante sono esposte sul balcone a nord-est. Non tollera i ristagni idrici, ma durante l’estate va irrigata spesso con poca acqua, soprattutto se coltivata in vaso. Quando la temperatura scende sotto i 16° C bisogna sospendere le irrigazioni.
Richiede un substrato leggero, meglio se un poco acido, abbastanza fertile. Consiglio la coltivazione in vaso e posta in ricoveri non riscaldati durante l’inverno. I tuberi vanno conservati in luogo asciutto e fresco, per prevenire i marciumi, intorno ad una temperatura di 12° C.
La concimazione è consigliata una volta il mese con un fertilizzante liquido specifico per pianta da fiore, che contenga fosforo e potassio.

Begonia tuberosa: le tre piante prima del rinvaso a giugno.
Begonia tuberosa a fine agosto.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue