Le varietà che fioriranno in primavera.

Moltissimi anni fa (credo 23-24) provai a piantare le dahlie nel giardino pugliese della casa in campagna, in piena terra, e non ebbi grandissimi risultati. Ero adolescente e non avevo l’esperienza di oggi! Ci riprovo sul mio balcone in grandi vasi e vediamo cosa viene fuori: tre piante le ho messe sul balcone ad ovest e un tubero sul balcone assolato a sud. Ho preso le varietà pompon “Rocco” di colore fucsia e “Glow” rosso intenso, mentre per le varietà cactus ho preso “Vuurvogel” (uno sgargiante rosso e giallo) e “Clair obscur” dai colori fucsia-viola con le punte dei petali bianchi. Bisogna avere pazienza e aspettare la primavera inoltrata (inizio estate) per vedere i fiori; di seguito alcuni consigli per le cure. Saluti da Pisa, Francesco Diliddo

Consigli per la cura delle dahlie

Appartiene alla famiglia delle asteraceae ed è originaria del Messico, ma si ritrova anche in altre zone del Centro America e include un numero elevato di varietà tutte con radice tuberose. La dalia è un fiore molto apprezzato e si tratta di una perenne tuberosa, anche se talvolta viene coltivata come annuale. La pianta vanta un lungo periodo di fioritura che va, a seconda della varietà, da metà primavera fino all’inizio dell’autunno regalando fiori che potranno essere semplici, a palla, doppi, a forma di margherita, a pompon o globoso. Sul mercato esistono oltre 50.000 varietà e cultivar, che si distinguono a seconda della forma e delle dimensioni del capolino. La maggior parte sono originarie dall’ibridazione della D. coccinea e D. pinnata, con mescolamenti con altre specie.
La dalia è molto esigente in tema di terreno che deve essere ben concimato e drenato con della sabbia.
È una pianta che richiede posizioni in pieno sole, ma sopporta bene la mezza ombra e richiede abbondanti e continue irrigazioni durante la fioritura o in periodi di siccità. Le dalie possono essere coltivate in vasi o fioriere, soprattutto le varietà più piccole. Importante il terreno leggero, ben drenato e molto ben concimato con materiale organico. Il vaso dovrà essere abbastanza profondo: indicativamente almeno 30 centimetri. In generale non richiede troppo acqua, ma il terreno deve essere sempre umido e non sopporta la siccità, evitando i ristagni. È importante aumentare le irrigazioni al momento dell’impianto, durante i periodi di siccità e durante la fioritura. Non sopporta il gelo, per cui quando inizia il freddo i tuberi di dalia vanno tolti dal terreno. In autunno terminata la fioritura, si tagliano gradualmente i fusti prima a 50 cm, e poi dopo 7/10 giorni a 10 cm. A quel punto si può scavare il terreno e raccogliere i tuberi, si puliscono e si lasciano asciugare all’aperto per qualche giorno e poi si collocano in cassette di legno su un solo strato, spolverati con un fungicida in polvere e coperti con torba secca e un po’ di sabbia. Si conservano in un ambiente fresco e arieggiato.

 

I tuberi prima di essere interrati.
hdr
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue