L’Oreocereus celsianus è un cactus super resistente che è rimasto in vaso sul davanzale della mia cameretta in Puglia dal 1997 al 2005 (l’ho comprato quando avevo 16 anni) ed ora è in piena terra nel giardino nella casa di campagna in Puglia e ha raggiunto un metro e mezzo di altezza. Nel 2019 una terribile gelata ha fatto seccare la pianta principale ma poi è spuntato un nuovo ramo dal basso e la pianta ha ben 24 anni. Purtroppo non ha mai fiorito e di seguito vi scrivo i miei consigli per le cure. Buona giornata, Francesco Diliddo.

oreocereus

Curiosità e consigli per la coltivazione dell’Oreocereus celsianus.

Cactacea colonnare dai fusti che possono raggiungere tre metri di altezza, che accestisce dalla base. Il fusto è ricoperto di feltro dapprima giallo e poi grigiastro con ciuffi di lunghi peli sericei, bianchi. L’Oreocereus celsianus è anche chiamato “vecchio della montagna” per la peluria bianca del fusto ed è originario del Sud America nella catena delle Ande e presenta spine radiali e centrali più robuste e più lunghe, fino a 8 centimetri. I fiori rossi, tubolari spuntano più in basso rispetto all’apice. Predilige l’esposizione al sole e annaffiature ogni 15-20 giorni da aprile a settembre. La temperatura ottimale per la germinazione dei semi è tra i 15 e i 27° C.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue