Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter

La Lobularia o Alisso è una piccola pianta ottima per essere coltivata in vaso all’interno delle composizioni con altre piante annuali. Questa primavera-estate la coltivo per la prima volta, sperimentandola su entrambi i miei balconi (esposizione a nord e a ovest) e devo dire che fiorisce con più intensità su un balcone assolato. In una cassetta l’ho abbinata con il Bidens “Superstar” e l’Euphorbia “Diamond frost” mentre in un altra balconette l’ho messa a dimora insieme al perenne Pelargonium zonale “Campion red” e le Petunie Vista “Bubblegum” e “Jazzberry”.
La caratteristica principale dell’ibrido Proven Winners “Snow princess” è la lunghissima fioritura da aprile ai primi freddi! Di seguito vi scrivo alcune curiosità e i consigli per la coltivazione. Buona giornata, Francesco Diliddo.

Curiosità e i consigli per le cure della Lobularia

La Lobularia “PV Snow princess” è un ibrido del noto floricoltore Andreas Psenner, che l’ha chiamata ‘Principessa delle nevi’ per il candore di un cuscinetto fiorito compatto e resistente, ricco di piccoli fiori bianchi, profumati di miele, prodotti di continuo, dalla fine di marzo e prosegue ininterrottamente fino a novembre, naturalmente con irrigazioni e concimazioni regolari. La Lobularia (sinonimo Alyssum maritimum) è una pianta perenne della famiglia delle Brassicaceae, originaria dell’Africa del Nord e dell’Europa, diffusa e coltivata in tutte le regioni del nostro paese caratterizzate da un clima temperato.
Preferisce una collocazione in pieno sole, dove assicura la fioritura ininterrotta e può essere coltivata anche in piena terra, ma dà il meglio di sé in vaso, con un substrato ricco e fertile (consiglio il terriccio per piante da fiore) e un buon drenaggio sul fondo. È necessario concimarla con un prodotto liquido per piante da fiore da aprile a ottobre. È una pianta perenne, da ricoverare in ambiente fresco e luminoso (in serra fredda o veranda) nelle zone dove l’inverno arrivano le gelate.
La Lobularia è una pianta a portamento tappezzante che nel giro di un anno tende a formare fitti e decorativi cespugli fioriti. Si adatta a qualunque tipo di terreno anche se il substrato di coltivazione ottimale è quello calcareo, sciolto e ben drenato. Per coltivare senza problemi la Lobularia in vaso si consiglia di utilizzare un miscuglio di torba e terra in parti uguali e una piccola parte di sabbia per favorire il drenaggio dell’acqua.
La Lobularia coltivata in piena terra va irrigata al momento dell’impianto e solo nei periodi di prolungata siccità. La pianta allevata in vaso va annaffiata con maggiore frequenza per mantenere il terreno leggermente umido e mai inzuppato. Una pianta davvero rustica che al momento resiste all’attacco dei parassiti.

Alisso abbinato con il Bidens “Superstar” e l’Euphorbia “Diamond frost”.
La Lobularia “PV Snow princess” in cassetta col Pelargonium zonale “Campion red” e le Petunie Vista “Bubblegum” e “Jazzberry”.

3 risposte

  1. Per prima volta ho messo lobularia marittima … ho balcone pieno sole , tutto pomeriggio, e posso dire che ha sempre fiorito , fino a fine novembre. Poi l’ho messo i vasi in un angolo e li ho coperto e protetto di freddo . Ogni tanto li davo un po’ di acqua , nei giorni meno predi . Tre settimane fa ho scoperto , però i rami sono tutti sechi 🤔🤔 Si riprenderanno o sono morte 🥲

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue