Ultimo Articolo inserito
Subscribe Newsletter
Senecio pendulus.

Una pianta succulenta davvero molto particolare, da collezione che arricchisce la mia collezione di Senecio. Si presenta di piccole dimensioni, ricadente e richiede davvero poche cure. Il Senecio pendulus è una pianta grassa dalla crescita lentissima, che produce fiori dal colore rosso acceso. Bisogna proteggerla dal freddo in inverno e conviene spostarla in serra fredda, mentre nel nord Italia consiglio di spostarla in casa e sospendere completamente le annaffiature per non rischiare marciumi.
Di seguito condivido alcune curiosità e consigli per la coltivazione. Buona giornata, Francesco Diliddo.

Curiosità e consigli per le cure del Senecio pendulus

Questa pianta succulenta è originaria dell’Africa centro meridionale e cresce spontanea in Eritrea, Ethiopia, Somalia e Kenya ad un’altitudine tra gli 800 e i 1250 metri sopra il livello del mare. È anche chiamata Kleinia pendula che in natura cresce in zone ricche di humus, dove l’umidità arriva regolarmente dal mare. I rami di colore grigio-verde marmorizzati crescono ad arco e quando toccano il terreno radicano formando nuovi steli e se coltivati al sole diretto, spesso diventano violacei; consiglio la coltivazione in una posizione semi ombreggiata.
In inverno le temperature non devono mai scendere al di sotto dei 5° C e le piante hanno bisogno tutto l’anno di annaffiature molto scarse. Il terriccio deve essere molto drenante e va benissimo quello specifico per i cactus composto di pietra pomice, lapillo vulcanico, sabbia e un piccola parte di terriccio universale.
Il Senecio pendulus non necessita di frequenti concimazioni, sarà sufficiente diluire concime con l’acqua delle annaffiature una volta all’anno.

Senecio pendulus, particolare del fiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue